Gnocchi con gorgonzola, bacon e amaretti

Hola! Dopo 2 giorni di assenza dal web Dolcizie TORNA, fa sempre parte della famiglia di Ifood, ma cambia “civico” e diventa www.Dolcizie.com! Ecco perchè se mi avete cercata nel fine settimana non mi avetetrovata!

Ma veniamo a noi….
Chi non conosce il modo di dire “giovedì gnocchi..?” Ebbene, questa frase ha una sua storia, ma non è di questo che oggi vi voglio parlare.

A casa mia, oramai, gli gnocchi sono la richiesta di lunedì, martedì, mercoledì…. 😉
Farli è semplicissimo, basta organizzarsi un pochino con i tempi e voilà, abbiamo un piatto semplice e geniuno, che ci permette di arricchiarlo come più ci piace.
Ringrazio l’MTC perchè con questa sfida proposta da Annarita, del blog Il bosco di Alici mi ha permesso di sperimentarmi in una preparazione diversa dai miei tanto amati dolci.

gnocchi-gorgonzola-mtc1_1

INGREDIENTI: (per 4 persone)

Per gli gnocchi:
* 600 gr di patate per Gnocchi (pesate da crude)
* 180 gr di farina 00
* sale fino

Per il condimento:
* 200 ml di panna fresca
* 2 foglie di salvia
* 1 spicchio di aglio
* 200 gr di gorgonzola dolce
* 50 gr di parmigiano reggiano grattugiato
* 6 fettine di bacon
* 30 gr di amaretti

 

gnocchi-gorgonzola-mtc-facili_1

PROCEDIMENTO:

1 – Per prima cosa preparate gli gnocchi. Dopo aver pesato le patate, lavatele e mettetele a cuocere con la buccia in una pentola con acqua fredda. Cercate di scegliere patate della stessa grandezza in modo da ottenere una cottura uniforme, i tempi dipendono dalla grandezza, ma solitamente sono 30-40 minuti.

2 – Una volta pronte, sbucciatele (lo so, è un’impresa poco piacevole perchè scottano, ma aiutandovi con una forchettina riuscirete a non ustionarvi i polpastrelli!) e schiacciatele con lo schiacciapatate. Fate questa operazione direttamente sul piano di lavoro, in modo che con un tarocco o cucchiaio, possiate allargare le patate schiacciate e far uscire così il vapore rimasto.

3 – Aggiungete il sale (quanto? io solitamente ne metto pochino, poi assaggio e aggiusto durante i vari passaggi) e la farina, inserendola poco per volta in 3 riprese. La farina dovrebbe essere il 25% – 30% rispetto al peso delle patate, ma vari fattori giocano un ruolo determinante nella preparazione, vi invito a leggere il post di Annarita perchè davvero interessante e utile.

Ricordate! Meno farina richiedono le patate è più gli gnocchi saranno più morbidi.

4 – Formate una pagnotta, tagliatela in vari pezzi e ricavare dei filoncini che allungherete con le mani, per la granedezza va a gusti, più o meno grandi decidete voi!
Passate ogni gnocco sui rebbi di una forchetta, questo modo otterrete la caratteristica rigatura e si formerà l’incavo che accoglierà il sugo.

Ora preparate il sughetto, questa volta la mia musa ispiratrice è stata Sigrid Verbert, che nel suo libro “diario italiano” presenta appunto questo connubio!

1 – Scaldate a bagnomaria la panna insieme al gorgonzola, il parmigiano, la salvia e l’aglio.

2 – In un pentolino antiaderente fate intanto scaldare il bacon, una volta che avrà rilasciato tutto il suo grasso e sarà un pochino croccante, mettetelo su un foglio di carta assorbente così da farlo asciugare un pochino.

3 – Passate gli amaretti e il bacon nel frullatore, pochi istanti in modo da ottenere delle briciole.

Ora cucinate gli gnocchi. Come sicuramente sapete, vanno cotti pochi alla volta in acqua bollente salata, quando vengono a galla sono pronti.

Serviteli con la crema di formaggio (eliminate l’aglio e la salvia) e spolverizzateli con le briciole di bacon e amaretti.

Bon Appètit!

firma

gnocchi-gorgonzola-mtc-amaretti_1

Con questa ricetta partecipo alla sfida n. 59 dell’MTC.

banner_sfidadelmese59-768x367

Qui un piccolo assaggio della preparazione ….

10 Comments

  • Reply
    Pattipatti
    27 settembre 2016 at 10:08

    Sara ciao, la sfida MTC è meravigliosa, ci permette di sbizzarrirci pur avendo un fil rouge da seguire! Complimenti per questi gnocchi deliziosi! Un bascione

    • Reply
      Sara Fumagalli
      27 settembre 2016 at 13:19

      Hai proprio ragione Patti, è davvero un’avventura stimolate 🙂

  • Reply
    tizi
    27 settembre 2016 at 11:28

    solo a vedere la foto ho la salivazione a mille! io non tollero benissimo panna e formaggi ma questo piatto merita davvero un’eccezione, è di una golosità pazzesca 😉 e le foto rendono benissimo l’idea di quanto buono sia!

    • Reply
      Sara Fumagalli
      27 settembre 2016 at 13:20

      Ma grazie Tiziana!!!!!!!!!!! Sei davvero gentile, io manco un pò (tanto!) di autostima, oramai lo è noto anche ai muri di casa, quindi sono sempre convinta che la ricetta o le foto non riescano a trasmettere quanto vorrei.. grazie di cuore!

  • Reply
    saltandoinpadella
    27 settembre 2016 at 14:22

    A differenza di Tiziana io invece tollero tutto, sono assolutamente una fogna. Sopratutto i formaggi sono una cosa a cui proprio non so resistere. Credo che li mangerei anche se mi facessero venire mal di pancia 😉
    Non ti dico la mia reazione alla vista di quella cremina….evviva gli gnocchi!!!

    • Reply
      Sara Fumagalli
      29 settembre 2016 at 18:19

      Grazie tesoro <3 <3 <3

  • Reply
    Annarita Rossi
    28 settembre 2016 at 21:50

    Un piatto semplice che contiene tuttavia dei sapori decisi che amo. Mi piace l’aggiunta degli amaretti che smorza il sapido del gorgonzola e del bacon e dona una nota croccante. Brava sara.

    • Reply
      Sara Fumagalli
      29 settembre 2016 at 18:18

      Grazie a te Annarita, non solo mi sono sperimentata in qualcosa di diverso da ciò che normalmente preparo, ma ho imparato tante cose.

  • Reply
    alessandra
    17 ottobre 2016 at 1:03

    A me scaldi il cuore, ogni volta che leggo che impari tante cose. L’MTC esiste principalmente per questo e la ricompensa del dietro le quinte e’ tutta in queste parole.
    Hai una manualita’ stratosferica (ma non e’ una novita’) e questi gnocchi sono una meraviglia. Ho qualche perplessita’ sul condimento, anche se di provenienza illustre: di solito questi abbinamenti (salvia, bacon, amaretti) sono appannaggio della zucca e del Taleggio. Se, ora che da voi e’ autunno, ti capita di provarlo, sono buoni da impazzire. li puoi mettere in un risotto, in una pasta, in uo sformatino.. io ci accio anche una zuppetta, che servo nei biccierini, con l’amaretto sbriciolato e il bacon fritto, messo per lungo come se fosse un cucchiaino (idea per le tapas :). Il gorgonzola, invece, richiama sapori piu’ dolci (gli amaretti hanno un retrogusto amarognolo, dato dalle mandorle): ci avrei visto di piu’ un biscotto tipo sablee, per dirti.
    Ovviamente, le mie sono opinioni e lasciano il tempo che trovano: tanto che appena arrivo a casa, provo questo mix, che ormai ce l’ho in testa 🙂
    E poi ti dico 🙂
    Bravissima!

    • Reply
      Sara Fumagalli
      21 ottobre 2016 at 18:47

      Alessandra… non commento, se non con un <3 e quello che voglio dirti.. te lo dirò tra pochi giorni 😉

    Leave a Reply