Preparazioni varie

Canederli Speack, Salame e Formaggio Asiago – MTC Challange #44

Hola!

Sono sincera quando dico che non so cucinare, mi spiego:
fare un dolce non è un problema, qualsiasi preparazione essa sia non mi
spavento, la pasticceria è chimica, bisogna seguire poche e semplici regole e
avere la massima precisione nel pesare degli ingredienti. 
Ma mentre la pasticceria è precisione, e se contenuta in
regole ben precise io mi sento sicura, la cucina, in senso lato, è fantasia… e
qui “cade il palco”, mi sento “persa”.
Se si tratta di fare una torta salata, mi sento tranquilla e
mi piace sperimentare, ma se devo affrontare un arrosto, del pesce o un primo
piatto vado in tilt. E per questo dico e ribadisco sempre che io “non so cucinare”.

Dopo averlo seguito in sordina per quasi un anno, dopo aver letto ogni
mese le ricette proposte, mi sono fatta coraggio e ho deciso che nel 2015 voglio mettermi in gioco, e
imparare. Ho deciso di partecipare all’MTC Challange, una “sfida” mensile che propone
sempre preparazioni diverse.
Spero di farcela, voglio imparare piatti che non sono nelle
mie corde o che non conosco, e perciò, una volta al mese, vi racconterò di una ricetta che non
sarà un dolce, ma quella che ho imparato dall’MTC.
Questo mese mi metto alla prova con i canederli, corro a leggere e studiare tutte le indicazioni precise che ci fornisce Monica nel suo blog, e mi metto all’opera. Il risultato mi rende strafelice, in casa vengono apprezzati molto, ahimè le foto con cibi che non siano dolci, mi mettono in difficoltà, ma imparerò con il tempo.
CANEDERLI SPECK, SALAME UNGHERESE E ASIAGO


Ingredienti (per 4 persone):

Brodo (secondo i vostri gusti può essere di carne o
vegetale). Io ho fatto un classico brodo vegetale.
Per i canederli
300 gr di pane raffermo, tagliato a dadini piccoli piccoli (massimo
1cm)
200 ml di latte intero
2 uova
100 gr di formaggio Asiago Stagionato (io ho usato lo Stravecchio) grattugiato grossolanamente
50 gr di speck tagliato a dadini piccoli (io l’ho messo nel mixer qualche secondo)
50 gr di salame ungherese tagliato a dadini piccoli (come lo speck l’ho messo qualche secondo nel mixer)
1 cucchiaio di farina
Procedimento
1 – Per prima cosa tagliate a dadini piccoli il pane raffermo,
mettetelo in una ciotola e copritelo con il latte e le uova precedentemente
sbattuti insieme. Mescolate bene e lasciate riposare per 15 minuti.
2 – Nel frattempo tagliate a dadini il formaggio asiago (o gratuggiato), mi
raccomando a dadini piccoli piccoli (massimo 4mm) e preparate anche lo speck e il
salame ungherese, sempre a dadini. (io li ho passati nel mixer per sminuzzarli bene)
3 – Ora il passaggio fondamentale, verificare la consistenza del
pane ammollato. Deve essere morbido ma non inzuppato, se si prova a compattarlo
non deve risultare appiccicoso.
Se pronto, unite al pane il formaggio Asiago
e i salumi. Impastate il tutto aggiungendo 1 cucchiaio di farina. Il vostro composto sarà simile al Didò, avete presente? Non ho salato o pepato perché i salumi hanno già il loro sapore deciso.
4 – Formate delle piccole sfere
(io le ho fatte del diametro di 3cm), vi raccomando di pressarle tra le mani.
5 – Cucinateli nel brodo per circa 6-7 minuti, come consiglia Monica, non fate bollire all’impazzata l’acqua, per non compromettere la struttura della pallina.

Con questa ricetta partecipo all’MTC di gennaio 2015
BANNER mtc gennaio

You Might Also Like

24 Comments

  • Reply
    Carla Fasolo
    29 gennaio 2015 at 12:43

    Ohh adoro i Canederli ma non li ho ancora mai provati in versione gluten free.. chissà se si può.. 😛
    Stupende le foto!
    Un abbraccio,
    Carla

    • Reply
      dolcizie
      31 gennaio 2015 at 19:21

      Carla tu sei sempre super carina e gentile <3

  • Reply
    Maninpasticcio di Antonella
    29 gennaio 2015 at 13:14

    Per me sei sempre bravissima, anche con il salato e queste foto mi sembrano davvero convincenti per presentare questi meravigliosi canederli!

    • Reply
      dolcizie
      31 gennaio 2015 at 19:22

      Antonella grazie davvero, io sono sempre molto critica con me stessa e poco fiduciosa, i vostri commenti sono una carica fantastica 🙂

  • Reply
    Luisa Piva
    29 gennaio 2015 at 13:47

    no no,ma.. per niente buoni questi.. non mi fanno per nulla voglia, no no… :-/
    fameeeeeeeeeee! complimenti, sono ricchi e speciali..

    • Reply
      dolcizie
      31 gennaio 2015 at 19:25

      Laura ha ha ha … fantastica! grazie

  • Reply
    Lara Bianchini
    29 gennaio 2015 at 17:33

    Allora se non sai cucinare ti sei iscritta alla migliore scuola del web per farlo, non c'è di meglio che l'MTC, brava!

    • Reply
      dolcizie
      31 gennaio 2015 at 19:26

      Lara sarà una bella sfida con me stessa, quando toccherà a carne e pesce non oso pensare a cosa combinerò :

  • Reply
    Ketty Valenti
    30 gennaio 2015 at 9:38

    Devono essere una favola,mai mangiati ma una grande curiosità di gustarli,davvero un bel piatto,molto raffinato in bocca al lupo per l'MTC.
    Z&C

    • Reply
      dolcizie
      31 gennaio 2015 at 19:27

      Ciao Ketty, era la prima volta che li facevo e mi hanno stupita per la bontà, poi avendoli fatti piccoli piccoli erano sfiziosi anche mangiati in modo semplice: lessati 🙂

  • Reply
    Lidia - The Spicy Note
    30 gennaio 2015 at 11:07

    Benvenuta in questa sfida avvincente che è MTC e che ogni mese riserva grandi sorprese e soprattutto tante cose nuove da imparare… Canederli riuscitissimi direi! Un abbraccio, Lidia

    • Reply
      dolcizie
      31 gennaio 2015 at 19:28

      Grazie Lidia, spero di imparare tante cose, MTC è davvero ben strutturato perciò con un pò di impegno è la volta che imparo a cucinare non solo dolci 😉

  • Reply
    Monica Giustina
    30 gennaio 2015 at 11:09

    Brava Sara, sono contenta tu abbia preso il coraggio a due mani e ti sia lanciata, perché non c'è sfida più bella e istruttiva dell'MTC.
    Mi piace come reinterpreti le ricette più classiche, unendo quella ai salumi con i formaggi, creando un bel connubio di aromi, sapori e consistenze.
    Sono ben fatti e pressati, e di certo buonissimi. Grazie mille!

    • Reply
      dolcizie
      31 gennaio 2015 at 19:28

      Monica cosa posso dirti? grazie davvero <3

  • Reply
    edvige
    30 gennaio 2015 at 14:33

    Buoni i canederli o brotknoedel quelli austriaci o gnocchi de pan come dicono a Trieste,
    Comunque io faccio come gli austriaci: taglio a piccoli quadrettini come dici tu il pane fresco o anche raffermo purchè ancora morbido e lo faccio tostare o in padella capiente sul fuoco o in forno e poi lo metto in ammollo come dici tu. Ho riscontrato che è ancora più buono, ed è tutto uniforme. Adoro la composizione dei tuoi da provare. Ciao e buona fine settimana cara Sara.

    • Reply
      dolcizie
      31 gennaio 2015 at 19:29

      Edvige terrò ben presente il tuo prezioso consiglio che ora stimola la mia curiosità e incrementa la mia voglia di rifarli! MITICA! Grazie <3

  • Reply
    Antonella
    30 gennaio 2015 at 21:01

    no no…tu sai cucinare!!! Complimenti!!

    • Reply
      dolcizie
      31 gennaio 2015 at 19:30

      Antonella sai cosa mi dice mio marito ogni tanto: "se cucinassi come fai i dolci …." e non aggiungo altro.. Il fatto è che quando faccio un dolce entro nel "mio mondo" ma per le altre preparazioni .. vado davvero in tilt

  • Reply
    Alessandra Gennaro
    31 gennaio 2015 at 1:43

    ma io ti adoro!!! migliore approccio non poteva esserci- e, facci caso, più si è bravi e più si è umili.
    Però non te lo dico, che appena ho visto i tuoi canederli ho pensato: ussignur, che meraviglia, sembra di stare in una pasticceria? 😉
    Grazie per esserti iscritta e grazie per aver iniziato la gara con la marcia giusta!

    • Reply
      dolcizie
      31 gennaio 2015 at 19:31

      Alessandra cosa posso dire per ringraziarti per le bellissime parole? Spero di essere all'altezza del gruppo MTC, dal mio canto ce la metterò tutta. Un abbraccio

  • Reply
    Trita Biscotti
    31 gennaio 2015 at 13:43

    Grande! Anche io neo iscritta da qualche mese.. Ed essendo come te, molto pasticcera e quindi molto quadrata, capisco la tua agitazione nel preparare qualcosa di "inventato".. Però il risultato é stato super!
    Bravissima

    • Reply
      dolcizie
      31 gennaio 2015 at 19:32

      Trita Biscotti mi fa piacere sapere che non sono l'unica incoscente che ha deciso di lanciarsi in preparazioni che non sono nelle proprie "corde"….
      Un bacio

  • Reply
    Elisa Storchi
    31 gennaio 2015 at 17:34

    beh Sara che dire? Se tu non sai cucinare…ognuno di noi ha le sue preferenze in cucina come in tanti settori, ma non significa fare bene anche dove non si crede…discorso contorto il mio! Comunque bravissima, mi hai fatto venire una voglia di canederli…mannaggia a te …sto a dieta!!!!

  • Reply
    laura
    2 febbraio 2015 at 10:29

    Da buona trentina ti dico che adoro i canederli, e i tuoi sembrano molto appetibili!! 🙂 e le foto molto belle!! 😀

  • Leave a Reply

    CONSIGLIA Risotto al salto