Pizza in teglia

Hola!

La pizza, pochi e semplici ingredienti che danno vita ad un prodotto eccezionale, storico, amato da tutti: grandi e piccini.

Farla in casa…bel dilemma! Ogni volta la stessa storia: “troppo alta” “troppo sottile” “troppo cotta” “troppo troppo…” insomma, nonostante gli ingredienti di base siano sempre gli stessi, ogni ricetta e ogni minima variazione di grammo, ti fanno avere una pizza sempre diversa.

Stavo per perdere ogni speranza, stavo pensando di prendere quelle famose scatole che ti dicono che con pochi semplici passaggi otterrai una pizza spettacolare, però peccato non sia così (si lo confesso, le ho provate presa dallo sconforto di non riuscire a farla in casa come volevo io!).

pizza

Vogliamo poi parlare della tanto temuta digeribilità? Trovare una pizza che non ti faccia desiderare di bere un litro di coca cola per farla scendere dal tuo stomaco, che ti lasci il desiderio di mangiarne un’altra fetta… e se poi si è intolleranti al lievito di birra come me, assaggiare una pizza ogni volta è un terno al lotto!

Poi arriva lei, che vince la sfida del mese scorso indetta dall’MTC e cosa propone questo mese come “sfida”? LA PIZZA!

pizza mtc

Come sempre un grazie a MTC perchè mi insegna ogni mese delle cose nuove e interessanti, ma un GRANDE GRAZIE a ANTONIETTA del blog La Trappola Golosa perchè finalmente ho LA anzi LE ricette PERFETTE, per realizzare una pizza in teglia o al piatto PERFETTA!
(n.d.r. stasera ho cenato con una pizza margherita al piatto spettacolare!)

Vi invito a leggere il suo post, le sue indicazioni sono PERFETTE ed esaustive.

PIZZA IN TEGLIA, idratazione 65% con una consistenza morbida. Dosi per una teglia

INGREDIENTI

*450 g di farina
*290 ml di acqua
*12 g di sale
*1 g di lievito di birra

pizza in teglia buona

PROCEDIMENTO

Setacciate la farina, trasferitela in una ciotola e fate la classica fontana, aggiungetevi al centro il lievito di birra sciolto in una tazzina di acqua prelevata dal totale, il resto dell’acqua e il sale, posto sul bordo della ciotola, sopra la farina ma non a contatto con il lievito.

Iniziate a incorporare man mano la farina, una volta terminato ribaltate sul piano da lavoro e impastate per 10 minuti, piegando e ripiegando più volte, schiacciando l’impasto senza strapparlo.

Trasferitelo in una ciotola, coprite con pellicola e lasciatelo a temperatura ambiente per 1 ora. Quindi ponetelo  in frigo per 8/10 (io l’ho preparato la sera e lasciato in frigo tutta la notte)

Toglietelo dal frigo e lasciatelo a temperatura ambiente per 2 ore e comunque fino a quando l’impasto risulti gonfio.

Ribaltatelo sul piano da lavoro, stendetelo con le mani senza schiacciare, ma allargandolo dal centro verso il bordo e adagiatelo su una teglia oliata. Lasciate lievitare altre 2 ore.

Riscaldare il forno portandolo alla massima temperatura, condite la pizza e infornatela sul ripiano centrale. Cuocete per 20 minuti. Controllate la cottura: se sotto si presenta bianca, abbassare il ripiano, viceversa sopra.

PIZZA AL PIATTO .. FANTASTICA mangiata stasera, leggete il post di ANTONIETTA QUI e Buon Pizza a TUTTI!

A presto

firma

Il panetto dopo la lavorazione e dopo il riposo in frigo nella preparazione della pizza in teglia.
Vi faccio vedere anche il panetto dopo lo staglio (effettuato per la pizza al piatto).

mtc

Stesura della pizza e trancio di pizza in teglia, notare il piccolo Sky in trepida attesa 😆

PicMonkey Collage

Con questa ricetta partecipo alla 58esima sfida

banner pizza

5 Comments

  • Reply
    zia consu
    28 giugno 2016 at 8:15

    Sabato sera ho ceduto ed ho provato anch’io questa ricetta..è strepitosa ed ha conquistato tutti 🙂 Certo la tua farcitura non mi lasciano indifferente..non mi resta che organizzarmi x il secondo round 😛
    Buon inizio settimana e a presto <3<3<3

  • Reply
    Antonietta
    3 luglio 2016 at 17:37

    Sara una bella pizza davvero, dove si vede che hai fatto tua la tecnica da seguire che ti ha permesso di raggiungere i risultati sperati
    Bellissimo quel panetto sulle tue mani, ottima la lievitazione, semplice ma molto buona la farcitura

  • Reply
    alessandra gennaro
    4 luglio 2016 at 3:06

    Io sono alla trentesima infornata e ogni volta imparo e perfeziono. E mai come questa volta mi sento di dire a tutti “continuate, continuate, continuate”, perche’ ogni volta esce qualcosa di meglio.
    qui ci siamo, ma (te pareva :’) dovevi provare a stenderla piu’ sottile. Hai delle alveolature pazzesche (bravissima!), vedrai cosa succedera’ con un impasto meno spesso. Se gia’ cosi’ e’ da urlo, intendo :’)

  • Reply
    alessandra gennaro
    4 luglio 2016 at 3:09

    ritiro tutto 😉
    ho realizzato ora che la pizza fosse in teglia.
    E’ perfetta cosi 😉
    perdonami, sono alla 207ricetta e ho il neurone piu’ appannato del solito.
    Brava, brava, brava!

  • Reply
    MTC n.58: GLI SFIDANTI - MTChallenge
    3 settembre 2016 at 11:16

    […] e olive Taggiasche di Silvia * 209.Pizza bianca con rucola, prosciutto e mozzarella di Alessandra 208.Pizza in teglia di Sara 207.Pizza rossa ai peperoni di Gaia 206.Pizza Margherita senza glutine di Gaia 205.Pizza Quattro […]

  • Leave a Reply