Muffin Macho Brownie

Ciao a tutti!

Sono una golosona, potendo assaggerei tutti i dolci che vedo.

Confesso che a volte le mie scelte sono guidate dall’aspetto estetico, commettendo così l’errore di associare alla “bellezza” la bontà di una preparazione.

Però, sapendo che spesso l’apparenza inganna, assaggio anche quei dolci che esteticamente non mi convincono molto, perché so che possono nascondere sapori sorprendenti.

Questo preambolo per arrivare alla ricetta di oggi.

Tratta dal libro di Sigrid Verbert (e già questo per me è sinonimo di bontà), resto catturata dall’idea di un muffin in cui il cioccolato fondente si unisce con la liquirizia, che personalmente amo.

Con facilità preparo l’impasto, metto in forno i miei muffin e mi metto seduta difronte al forno, li osservo mentre piano piano crescono e si cucinano (lo confesso, se ho tempo mi piace sostare difronte al forno per osservare un dolce o un pane in cottura… vi autorizzo a ridere).

Stupendi, anzi fantastici, crescono con una tale perfezione che ricordano dei sufflè; inizio a sentirmi super soddisfatta.

Ma ad un tratto, anzi in una frazione di secondo, il mio sorriso si tramuta in una smorfia di disgusto. Dov’è finito quel muffn spettacolare? Il mio piccolo “sufflè” di cioccolato? Sta  piano piano “collassando”….

Avvilita li guardo, non posso però non assaggiare questi piccoli “mostricciatoli”, così mi faccio coraggio, ne prendo uno e lo addento, un morso, poi un’altro, un’altro ancora.. sto sognando, sotto quella “crosticina” croccante si nasconde un impasto tenero e dolcissimo, che mi conquista immediatamente.

Ancora oggi le mie amiche mi chiedono “quando ci fai quei dolcetti buoni con la crosticina“.


MUFFIN MACHO BROWNIE

Ingredienti:

* 300 gr di zucchero semolato
* 170 gr di cioccolato fondente al 70%
* 165 gr di burro
* 120 gr di farina 00
* 3 uova
* 1 cucchiaino di liquirizia in polvere
* 1 cucchiaino di estratto di vaniglia
* 1/2 cucchiaino raso di fleur de sel (o sale fino)

Procedimento:

1 – Sciogliete a bagnomaria il cioccolato con il burro. Toglietelo quindi dal fuoco.

2 – Aggiungetevi ora le uova, lo zucchero e la vaniglia. Iniziate a mescolare e unite la farina setacciata, la liquirizia in polvere e il sale. Amalgamate il tutto.

3 – Versate il composto nei pirottini, cucinate a 180° per circa 20-25 minuti. In cottura noterete l’impasto gonfiarsi per poi scendere e formare in superficie una crosticina.

Se volete potete con le stesse dosi fare una torta, vi basterà versare l’impasto in uno stampo e cucinare per circa 40 minuti.

Prima di servire, fate raffreddare completamente.

Bon Appètit!

5 Comments

  • Reply
    Simo
    24 settembre 2014 at 7:51

    davvero meravigliosa quella crosticina…mmmm che delizia, da fare assolutamente!

  • Reply
    Anna Rita Granata
    24 settembre 2014 at 15:23

    Ciao Sara! Sai che anche a me. Volte i muffir mi fanno questi scherzi? Io però li mangio lo stesso…come hai detto ance tu, l'apparenza a volte inganna 😉 e poi, i tuoi muffir, non sono venuti così male! Io li avrei addentati senza pensarci su due volte ^__^
    Anche io amo la liquirizia!! Questo connubio sarà buonissimo!
    Un abbraccio!

  • Reply
    Vitto Pasticciaconme
    24 settembre 2014 at 16:04

    Non rido assolutamente!
    quando ho un dolce o un pane in forno non mi muovo dalla cucina e lo seguo passo passo…..
    comunque è una delusione quando vedi che una lievitazione si sgonfia 🙁
    ma se il risultato è così strepitoso vale proprio la pena provarli 😛
    mi hai proprio incuriosito e da golosona che sono li provo assolutamente!!!!
    baciotti a presto ^__^

  • Reply
    Francesca P.
    25 settembre 2014 at 9:20

    Ho preso la liquirizia in polvere tempo fa e ho trovato la ricetta per usarla, olè! Conquistata all'istante! 🙂

  • Reply
    Puffin Incucina
    21 marzo 2015 at 7:28

    Non ho la liquirizia altrimenti li proverei subito!!! Buona giornata ^_^

  • Leave a Reply