Pane e crackers

PANE ALLA ZUCCA

Hola!

L’AUTUNNO è arrivato, sono sincera è una stagione che non amo particolarmente perché, così come la natura inizia a richiudersi su se stessa per prepararsi all’inverno, così il mio umore si vela di uno strato di malinconia, se poi ci si aggiungono i vari acciacchi tipici dell’età che mi attanagliano, direi che potendo salterei piè pari alla primavera.

Il rovescio della medaglia però, sono i colori che questa stagione ci offre, meravigliosi! Le varie sfumature che assumono le foglie mi incantano sempre, come le vedessi per la prima volta.

Inoltre la natura inizia a offrirci dei prodotti eccellenti e perfetti per affrontare la stagione in arrivo. Agrumi ricchi di vitamina C e tanti altri ortaggi meravigliosi, ma dei quali non voglio parlarvi ora, perché oggi la padrona di casa è la ZUCCA.

Ottima fonte di vitamine e di sostanze antiossidanti, fornisce al nostro organismo il betacarotene, indispensabile per la formazione della vitamina A. Inoltre l’ortaggio presenta proprietà diuretiche e lassative. Ne esistono diverse varietà, qual è la vostra preferita?

Essa si presta benissimo per molteplici preparazioni, dagli antipasti al dolce … io sono rimasta incantata da questi PANINI.

Quando li ho visti nel blog “Profumo di cannella” di Raffaella, me ne sono letteralmente innamorata, cosa dite di proporlo in alternativa alle caramelle alla fatidica domanda “Dolcetto o scherzetto” il giorno di HALLOWEEN?
Un modo furbo per far mangiare ai bimbi qualcosa di dolce e nutriente 😉

pane-zucca

INGREDIENTI

* 200 g di farina di semola di grano duro
* 200 g di farina tipo Manitoba
* 200 g di polpa di zucca già pulita e sbucciata
* 110 g di acqua (la ricetta prevedeva 130 g)
* 10 g di lievito di birra
* 8 g di sale
* 1 cucchiaino di miele
* olio EVO
* 1 rametto di rosmarino per decorare

ricetta-pane

PROCEDIMENTO

1 – Per prima cosa tagliate a cubetti la zucca e cucinatela. La ricetta prevedeva di cucinarla con 80 g di acqua fino a quando morbida, quindi di frullarla con il suo liquido di cottura; io che amo la cottura a vapore (perché preserva maggiormente le proprietà degli alimenti) ho fatto questo passaggio e una volta pronta, l’ho frullata aggiungendovi circa 60 g di acqua.

2 – Nei restanti 50 g di acqua sciogliete il lievito con un cucchiaino di miele (che serve per attivare la lievitazione).

3 – In una ciotola mettete ora la purea di zucca, il lievito, le farine setacciate e iniziata ad amalgamare il tutto. Per ultimo aggiungete il sale e 2 cucchiai di olio. Dovete ottenere un impasto liscio e omogeneo. Formate la classica palla, copritela con della pellicola alimentare e lasciatela riposare per 1 ora.

4 – Riprendete l’impasto e procedete con le pieghe (che servono per dare forza e struttura alla maglia glutinica). Vi lascio questo video del maestro Raffaele Pignataro dove si vede bene come eseguire la piega a 3, in questo caso vi basterà farne un solo giro.

Formate una palla e ponetela nella ciotola, copritela con la pellicola alimentare e lasciatela lievitare per almeno 2 ore.

5 – Adesso la parte divertente! Dal vostro impasto ricavate tante palline e con l’aiuto dello spago da cucina (precedentemente unto con un pò di olio) iniziate a formare le zucche.
Girate lo spago intorno alla pallina diverse volte, non troppo stretto mi raccomando, l’impasto lieviterà ancora!
Nel blog di Raffaella trovate le foto dei passaggi, è davvero semplice! Lasciate lievitare le vostre “zucchette” nella leccarda rivestita di carta forno per circa 30-40 minuti.

6 – Spennellatele con un pò di olio e al centro di ogni panino mettete un rametto di rosmarino (senza aghi e bagnato), procedete quindi con la cottura.

7 -Cucinate a 180 ° per circa 20-30 minuti.

Consigli!

A seconda del tipo di farina potrebbe servivi un pochino di acqua in più per ottenere un impasto elastico, mi raccomando inseritene sempre poca per volta… un cucchiaio alla volta.

Ponete sul fondo del forno un pentolino (che possa andare in forno mi raccomando!) con dell’acqua, questo per creare la giusta umidità necessaria per una cottura perfetta!

Come capire se il pane è pronto? Una volta che la superficie è dorata, tiratelo fuori e dategli un colpetto sul fondo, se suona “vuoto” il pane è pronto. La prova dello stecchino altrimenti è sempre una valida alternativa.

Togliete lo spago subito, mentre il pane è ancora caldo.

firma

zucca-halloween

You Might Also Like

4 Comments

  • Reply
    Raffaella
    22 ottobre 2016 at 17:40

    Bellissimo pane e bellissimo post Sara! Buon sabato 🙂

    • Reply
      Sara Fumagalli
      25 ottobre 2016 at 17:34

      Grazie a te Raffaella <3

  • Reply
    zia consu
    24 ottobre 2016 at 9:29

    Cara Sara, la pensiamo esattamente nello stesso modo 😛 Bellissimi i tuoi panini, la prossima zucca dell’orto farà sicuramente questa fine ^_^
    Buon inizio settimana e a presto <3

    • Reply
      Sara Fumagalli
      25 ottobre 2016 at 17:34

      ciao Tesoro! prometto, appena ho un attimo di tranquillità passo a trovarti nel tuo blog, non è cattivaria davvero, sono sempre super di corsa 🙁

    Leave a Reply

    CONSIGLIA Risotto al salto