... benvenuti nel mio blog di piccole delizie ...

martedì 16 dicembre 2014

iconaTorta leggera alle mandorle

Ciao!

Giornate frenetiche, il prossimo arrivo di Babbo Natale mette tutti in "agitazione". Genitori e piccini iniziano il conto alla rovescia, feste e festine scolastiche vengono segnate nel calendario, mancano solo 9 giorni al S. Natale e l'agenda di famiglia è fittissima di impegni.

Mentre scrivo biglietti per le mamme della scuola (come rappresentante di classe organizzo la festina di fino anno), salvo anche le foto scolastiche dell'anno trascorso in CD da consegnare.
Per caso butto l'occhio nella cartella Dolcizie, che ho creato nel mio hard disk.

Cosa vedo? Una foto, anzi " 3 FOTO", non una di più, di un dolce fatto in fretta ma con amore, mentre ero in vacanza... e la mente ritorna ad agosto e a quel pomeriggio.

Per il terzo anno consecutivo siamo in montagna, al fresco, e questo aumenta la mia voglia di accendere il forno. Un tiepido sole scalda le prime ore pomeridiane, indecisa se concedermi un pennichella o mettermi in terrazza a leggere.
Poi sento la sua risata, è arrivata Emma, una cara amica che conosciuto proprio lì 3 anni fa.

Corro a salutarla, felice che sia arrivata, pregusto le chiacchierate mentre i bimbi giocano in giardino e i mariti parlano di biciclette.

Ma l'entusiamo dura poco, è venuta in giornata, le sue vacanze iniziano la settimana dopo. E no, così non vale, penso.

Così corro in casa, apro il frigo e la dispensa e in men che non si dica preparo un dolce, per la merenda che siamo soliti fare tutti insieme in giardino.

Le foto? Non c'è tempo, ogni istante è prezioso.

Appoggio la tortiera prima su una sedia della terrazza (oddio che orrore di scatto!) poi su pavimento della terrazza.

Click!  Click! Click!

Non c'è tempo da perdere, non posso fare come al solito e girare per la via in cerca di angolini che mi piacciano per fare la foto, quello che voglio è veder "spazzolata" via questa torta dai bambini che si fermano giusto il tempo di ricaricarsi con la merenda, mentre noi mamme ridiamo come al solito sulle cose più semplici e divertenti della vita.

Un dolce Semplice, Buono e Veloce.... cosa si può chiedere di più?




TORTA LEGGERA ALLE MANDORLE



INGREDIENTI:
Per una tortiera diametro 20

* 4 albumi
* 100 gr di burro salato (se non lo trovate usate quello normale e aggiungete all'impasto 1 cucchiaino di sale fino)
* 100 gr di mandorle in polvere
* 175 gr di zucchero semolato
* 75 gr di farina 00
* zucchero a velo vanigliato per decorare


PROCEDIMENTO:

1 - Montate a neve ben ferma gli albumi.

2 - Incorporatevi delicatamente le mandorle ridotte in farina e lo zucchero. Aggiungete quindi la farina setacciata e per terminare il burro fuso. Mescolate sempre dal basso verso l'alto per non smontare la massa.

3 - Versate il composto in uno stampo precedentemente imburrato e cucinate a 200° per 15 minuti quindi proseguite la cottura altri 15 minuti a 150°.

Una volta che il vostro dolce sarà cotto, come sempre fatelo raffreddare su una gratella e spolverizzatelo con dello zucchero a velo vanigliato.

Bon Appètit!




Con questa ricetta partecipo al contest di Miss Mou; per festeggiare il compleanno del suo blog io arrivo con questo dolce, perché oltre al suo sapore coinvolgente mi ricorda questo episodio e la bellezza dell'amicizia vera.

http://inmouveritas.blogspot.it/2014/10/stesso-posto-stessa-ora-nuovo-contest.html


e partecipo alla raccolta di ricette di Erika "Aspettando il Natale"
di Giochi di Zucchero"
 
http://giochidizucchero.blogspot.it/2014/12/aspettando-il-natale-biscotti-di-frolla.html


mercoledì 10 dicembre 2014

iconaPARROZZO


È tante ‘bbone stu parrozze nov e che pare na pazzie de San Ciattè, c’avesse messe a su gran forne tè la terre lavorata da lu bbove, la terre grasse e lustre che se coce e che dovente a poche a poche chiù doce de qualunque cosa doce . Benedette D’Amiche e San Ciattè …"  
Gabrielle D'annunzio -1927-


Solitamente inizio i miei post con "CIAO" oppure "HOLA", le mie figlie e mio marito ridono quando lo leggono, secondo loro non è un inizio molto carino, ma per me è un po' come "rompere il ghiaccio" ogni volta, perché anche se non sembra sono una timidona.

Oggi, però, inizio in modo diverso, perché dietro a questo post c'è un pezzettino di storia che ho appreso e amato.

Quando ho letto del contest "Taste Abruzzo, It’s Xmas time", mi sono detta che non vi potevo partecipare, non solo non sono mai stata in Abruzzo ma non ne conoscevo neppure la storia e le caratteristiche. Questa la tipica visione pessimista tipica di chi vede il "bicchiere mezzo vuoto".

Riflettendoci, però, ho voluto vedere questo contest come l'opportunità di conoscere e scoprire, seppur tramite internet, questa terra. Ecco la visione ottimista del "bicchiere mezzo pieno".

Così, armata di curiosità ed entusiasmo, sono partita dalla sua storia per arrivare ai prodotti tipici e locali.

Il secondo step consisteva nel trovare una ricetta tipica e che fosse"nelle mie corde".



lunedì 1 dicembre 2014

iconaLebkuchen spennellati al cioccolato

Ciao e buon primo dicembre a tutti.

Assente nelle ultime settimane, come ogni anno in questo periodo vengo coinvolta e "travolta" in progetti scolastici che mi assorbono e mi impegnano molto.



La possibilità, però, di poter dare il mio piccolo contributo alla scuola, è una grandissima opportunità per me, ecco perchè ho lasciato da parte il blog senza grossi rimorsi; la magia che si respira in questo periodo dell'anno è favolosa, ed è grazie ai bambini che anche noi adulti ritorniamo un pò piccoli.

Inoltre, mi trovo in un momento della mia vita dove sto analizzando vari aspetti e progetti, per migliorarmi e migliorare anche Dolcizie.

Questo per dirvi GRAZIE, perchè mi seguite e aspettate con affetto e questo è impagabile per me.


Sono 14 mesi di RE-CAKE e per la prima volta proponiamo dei BISCOTTI !



Non dei semplici biscotti, MA dei biscotti che hanno una lunga tradizione alle spalle e un connubio di spezie, profumi e sapori che travolgono e avvolgono i sensi.

martedì 18 novembre 2014

iconaSupplì al Gruyère

Ciao!!!!!!

Il post di oggi potrebbe intitolarsi, "meglio tardi che mai", e come sottotitolo aggiungerei pure "l'importante è partecipare".

I CONTEST.
All'inizio, appena aperto il blog (3 anni e mezzo or sono), partecipare ad un contest o a una raccolta, era, per me, un modo come un altro per entrare in contatto con altre blogger, e per divertirmi naturalmente.

Oggi, invece, se decido di parteciparvi, lo faccio spinta dal cuore, dal desiderio di dare il mio piccolo contributo in un "progetto" in cui credo.

E proprio per questo, quando prendo l'impegno di esserci, lo faccio anche con la "testa", ovvero pensando e riflettendo su che tipo di ricetta proporre e su come realizzarla.

Ahimè, però, questa volta sono arrivata tardi, anzi, fuori "gara", ma non importa voglio parteciparvi lo stesso!

Pensare a una ricetta con il formaggio Le Gruyère DOP, non è stata una cosa molto semplice per me. 

Ammetto la difficoltà di trovare un abbinamento che soddisfasse il mio palato, in primis.
Pansavo e volevo, una ricetta che mi permettesse di usarlo nella "giusta dose", e al tempo stesso,volevo qualcosa che si potesse mangiare a piccoli bocconcini.

Così l'idea! Dei supplì che al loro interno custodiscono un cuore morbido e saporito...


Supplì al Gruyère




domenica 16 novembre 2014

iconaQuiche Lorraine

Ciao a buona domenica a tutti.

Anche quest'anno ho avuto il piacere di partecipare #noiCHEESEamo, il 3° contest dei Formaggi Svizzeri.

L'hanno scorso mi ero divertita a preparare dei frollini, quest'anno, invece, bisognava rielaborare due ricette "del cuore", utilizzando il formaggio Le Gruyère DOP e il formaggio Emmentaler DOP.

Nessun dubbio, la prima ricetta sarabbe stata una quiche, le adoro, nel vero senso della parola!!!!

Ho una passione, infatti, non solo per le torte dolci, ma anche per quelle salate; pasta brisée o sfoglia, si prestano a mille preparazioni, dalle più classiche a quelle dell'ultimo minuto, perchè nella preparazione di una torta salata, la fantasia è d'obbligo.

Non ho avuto bisogno di rifletterci molto, per prima cosa avrei preparato un classico, ossia una Quiche Lorraine, ma rivisitata grazie al formaggio Emmentaler!




"Il formaggio con i buchi, il formaggio di Topo Gigio!!!"

Era così che ero solito chiamarlo da bambina.

Essendo poi, una bambina un pò capricciosa, quando si trattava di mangiare facevo un pò di capricci, e quando mi si presentava questo formaggio facevo una grande smorfia di "disapprovazione".

 "E' un formaggio da grandi e pure morsicato dai topini!" e così dicendo rifiutavo l'assaggio.

Oggi, invece, è uno dei formaggi che apprezzo maggiormente e che mi piace usare nelle torte salate.

La sua consistenza, il suo sapore sono davvero versatili e perfetti per creare tante delizie salate.


QUICHE LORRAINE
 



venerdì 14 novembre 2014

iconaTORTA AGLI AMARETTI

Hola!

La ricetta di oggi ha alle sue spalle una lunga storia!



Non voglio annoiarvi raccontandovi per la centesima volta che appena sposata (all'età di 25 anni), non sapevo neppure cucinare una pastasciutta.

L'arte culinaria non mi interessava, anzi, il solo pensiero di cucinare mi irritava non poco!

Ho la fortuna però, che a mio marito piace "mettersi ai fornelli", è il classico tipo che con poche cose crea manicaretti incredibili, e all'epoca rideva difronte al mio sgomento quando, guardando dentro il frigo dicevo attonita "non c'è nulla..!!!".

"Come nulla?" rispondeva, prendeva due-tre cose e in poco tempo mi preparava qualcosa di speciale.

Passai così i primi 3 mesi di matrimonio, se si mangiava era perché LUI cucinava, altrimenti, fosse stato per me, saremmo sopravvisuti con insalatone e frutta! (e non perché le amassi particolarmente ma per necessità)






Poi ebbi un piccolo incidente domestico, caddi dalle scale e mi ruppi un dito per piede.

Uscii dal pronto soccorso con una bella ingessatura, le stampelle e la prognosi di 30 giorni di riposo assoluto, soprattuto le prime settimane.

Ovviamente io sono un po', come dire, "sciocchina", perciò non ascoltai molto quanto mi fu consigliato, e trascorsi le mie giornate saltellando qua e là per la casa, presa dai mie mille hobby (decoupage, perline e chi più ne ha più ne metta).

Fu così che i 30 giorni di riposo, mea culpa, divennero 45 (non dovevo saltellare!!!!). Per ingannare il tempo, quindi, iniziai anche a guardare dei programmi di cucina.

Cucinare.... sembrava quasi divertente.

Cosa accadde poi ve lo racconterò un'altra volta, per oggi vi basta sapere che questo dolce fu uno dei primi che preparai, sotto le attente istruzioni ricevute da mia mamma e scritte nel mio quadernino preso per l'occorrenza.


TORTA CON GLI AMARETTI

una ricetta semplice, veloce e golosa



domenica 9 novembre 2014

iconaTartufi cioccolato e torrone

Ciao e buona domenica a tutti!

Un post al volo, ma ci tenevo davvero molto a partecipare con questa ricetta alla Festa del Torrone di Cremona 2014.

Che io sia una grande golosona, è cosa nota oramai, perciò, quando ricevetti da Sperlari il kit di assaggio, i miei occhi si illuminaro di felicità!

La mia mente, naturalmente, partì alla ricerca di idee, abbinamenti, ricette, per realizzare un dolce con questo buonissimo torrone.

Ho consultato libri, ricettari, siti, ma alla fine ho deciso per una ricetta semplice, veloce e che vedesse il torrone come protagnonista..

Una ricetta mia, dove ho sperimentato e dove in corso d'opera ho aggiustato le dosi, per ottenere un tartufo dove il cioccolato incontra il torrone in un connubio decisamente delizioso.

Piccoli tartufi, da preparare e offrire ai nostri ospiti, da regalare o semplicemente da gustare in queste giornate tipicamente autunnali.


 TARTUFI AL TORRONE



giovedì 6 novembre 2014

iconaMuffin al Tè Verde e Mele


Ciao e buona settimana a tutti.

Il maltempo è arrivato anche a Bassano; dopo averci regalato -le scorse settimane- delle giornate quasi primaverili, ora una fitta pioggia e un cielo grigio hanno fatto capolino.

Sono in giornate come queste, che adoro riscoprire il famoso rituale del tè delle cinque.

Un momento che mi riporta indietro negli anni, a quando ancora bambina mia nonna puntualmente mi chiamava in cucina per fare merenda, e mi presentava una tazza di tè fumante (anche in piena estate!).

Immancabile, difornte alla mia tazza, c'era la scatola rotonda di latta, dove dentro si celava "il paradiso" ovvero tanti frollini.

E così, persa in questi ricordi, accendo il forno e penso a un dolcetto, magari un muffin, visto che da tempo non ne preparo. Poi apro il mobile e vedo il tè verde, e ricordo di aver letto una ricetta, in qualche rivista, dove il tè era utilizzato nell'impasto di un dolce.

Così, passando per il salotto alla ricerca della rivista "tentatrice", il mio occhio cade su delle piccole mele rosse. Le ho prese qualche giorno fa direttamente dal produttore, che per l'occasione le ha raccolte dal suo albero.
Rosse e succose fanno al caso mio, saranno loro, insieme al mio immancabile tè verde, a fare da protagonisti nei miei muffin.

Poi mi torna in mente un post di Sigrid Verbert, dove spiegava come fare del burro aromatizzato ... corro a leggere e mi metto all'opera!






sabato 1 novembre 2014

iconaMini Pie alla Zucca #Pumpkin Pie

Hola!!!!!!!!!!!

Oggi è il Primo Novembre e puntuali, cariche di energia e idee, noi di Re-Cake torniamo per tenervi compagnia e giocare insieme.



Chi ci segue lo sa, ci piace cercare ricette straniere, per lo più americane, ma che presentino quel "quid" che le rende particolari, invitanti e accattivanti

Altro aspetto che ci caratterizza, è che ci piace usare prodotti di stagione, quindi questo mese non potevamo non proporvi un dolce con la ZUCCA!




La zucca ha molte proprietà nutrizionali ed inoltre è davvero versatile, basti pensare che si potrebbe fare un intero menù, dall'antipasto al dolce, utilizzandola ed esaltandone le sue virtù.

Così oggi vogliamo proporvi delle Pumpkin Pie arricchite con chiodi di garofano, cannella, zenzero e pepe nero... un tripudio di sapori che vi conquisterà al primo morso.




Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...